Le Prospettive

Scorci interni di vecchie fabbriche dismesse o abbandonate, ambienti lavorativi caduti in disuso realmente esistenti in Italia e nel mondo. Sono i temi prevalenti di questa serie di opere dove ad essere protagonista è l’Archeologia Industriale. Le composizioni pittoriche realizzate con acrilici su tele e fondi polimaterici riproducono, evidenziandoli fortemente, ombre, luci ed elementi presenti nell’ambiente lavorativo dismesso. In ciascuna di queste viste prospettiche (centrali o accidentali), persiste un comune elemento fondamentale che determina il senso delle opere: la presenza di porte o finestre che permettono alla luce esterna di invadere gli ambienti in disuso… la realtà viva che c’è al di fuori e che fa “rivivere” quello che l’uomo ha abbandonato. Non è essenziale ricercare e trovare nella realizzazione di queste tele una motivazione o una spiegazione concettuale: il significato più profondo sta proprio nell’emozione che la semplice rappresentazione figurativa dei soggetti riesce a trasmettere in chi le osserva.

Fondo polimaterico e acrilico su tela

Annunci