Un fumetto tra sogno e steam punk

Nel L’ultimo grande viaggio di Olivier Duveau, lo spagnolo Jali ci porta in un mondo onirico ricco di tecnologia d’antan.

Fonte: Wired

Unire steampunk e romanticismo, alta tecnologia ed epoca vittoriana non è opera da tutti. In tanti ci hanno provato e pochi sono riusciti nell’impresa. Uno di loro è lo spagnolo Jali con la sua graphic novel L’ultimo grande viaggio di Olivier Duveau, appena pubblicata da Logos Edizioni.
Il volume narra la straordinaria impresa che porterà il protagonista, un bambino solitario e appassionato di stelle, ad avvicinarsi a quel cielo tanto agognato. Il lato avventuroso, che molto deve a Jules Verne, non rimane fine a se stesso ma si fonde con uno sguardo crudo e disincantato sul mondo degli umani, creando un parallelo tra Spazio e Terra che commuove ed appassiona.
Fin dall’incipit è evidente questo  peculiare mix:” La Terra. Un incredibile pianeta circondato di misteriosa Immensità. Su di lei sono passati, passano e passeranno milioni di esseri umani. Quasi tutti, con il tempo, cadranno nell’oblio. Sarà come se non fossero mai esistiti. Questa è la storia di una di quelle persone. Si chiamava Olivier Duveau“.
Tra romanticismo e fantasia, crudeltà e dolcezza, qui ti proponiamo alcune delle tavole di una interessante graphic novel, un’opera in cui le pochissime parole cedono il passo alla ricchezza narrativa dei disegni, capaci di tramutare il lettore nel vero protagonista di questo ultimo grande viaggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...