Chi di girasole ferisce… Per sostenere Ai Weiwei, seppellire di chicchi il padiglione cinese alla Biennale di Venezia

(fonte Artribune).
C’entra poco? Forse sì, ma ci stava bene, eppoi introduce direttamente al tema, soprattutto la seconda parte del modo-di-dire, ovvero “di girasole perisce”. Sì, perché l’ultima delle mobilitazioni in favore di Ai Weiwei – l’artista notoriamente imprigionato dalle autorità cinesi per le sue idee libertarie e di difesa dei diritti civili – prende forma in questi giorni via Facebook, e prevede proprio l’utilizzo simbolico del seme di girasole…
Articolo Artribune

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...